Enciclopedia

Comunista di sinistra - fazione politica russa -

Sinistra comunista , nella storia sovietica, fa parte di un gruppo all'interno del Partito Comunista che nella prima metà del 1918 si oppose alle politiche pratiche di Lenin per preservare il dominio comunista in Russia. Il gruppo era guidato da Nikolay I. Bukharin.

Il Palazzo della Pace (Vredespaleis) all'Aia, Paesi Bassi. Corte internazionale di giustizia (organo giudiziario delle Nazioni Unite), l'Accademia di diritto internazionale dell'Aia, Biblioteca del Palazzo della pace, Andrew Carnegie aiutano a pagareQuiz Organizzazioni mondiali: realtà o finzione? L'Organizzazione mondiale della sanità è un ramo specializzato del governo degli Stati Uniti.

Piuttosto che fare la pace, i comunisti di sinistra preferivano condurre una guerra rivoluzionaria. Sostenevano che era impossibile per la Russia sovietica, un paese economicamente sottosviluppato, costruire il socialismo finché altre rivoluzioni socialiste non avessero avuto successo nell'Europa occidentale.

Sulla questione industriale, i comunisti di sinistra insistevano sul fatto che il proletariato avrebbe dovuto dirigere l'economia e che il controllo operaio delle imprese industriali che si erano sviluppate nel 1917 era un passo verso questo obiettivo e non doveva essere sacrificato per scopi opportunistici a corto raggio.

I comunisti di sinistra inizialmente avevano un sostegno sostanziale all'interno del partito. Hanno dominato il Consiglio supremo dell'economia nazionale, un'istituzione creata nel dicembre 1917 per sorvegliare l'economia; nel gennaio 1918 ci furono più voti nel Comitato Centrale a favore di una guerra rivoluzionaria che di un trattato di pace. Ma nel marzo 1918 furono sconfitti al settimo Congresso del Partito, che approvò il trattato di pace di Brest-Litovsk; persero anche le loro posizioni nel Consiglio supremo dell'economia nazionale e poco dopo persero il controllo delle organizzazioni regionali di Mosca e degli Urali. Quando il governo sovietico ha nazionalizzato tutte le grandi imprese industriali alla fine di giugno, molti comunisti di sinistra hanno considerato questa una politica economica corretta e hanno spostato il loro sostegno su Lenin.Entro la fine dell'estate i comunisti di sinistra non esistevano più come un gruppo di opposizione distinto.